Posted by on dic 7, 2017 in Eventi, Main, Prossimi Eventi |

L’Associazione “La Compagnia delle Rose”, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Pordenone-Assessorato alla Cultura e di GEA SpA organizza giovedì 7 dicembre p.v. alle ore 16.45 presso l’Auditorium della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea ‘A.Pizzinato’ del Parco Galvani, a Pordenone in viale Dante 33, la presentazione del libro  La verde bellezza. Guida ai parchi e giardini pubblici del Friuli Venezia Giulia

Presenteranno il libro le curatrici, Giorgia Gemo e Franca Merluzzi, con altri due autori del gruppo di lavoro, Umberto Alberini e Paolo Tomasella del Servizio catalogazione, formazione e ricerca dell’ERPaC -Ente Regionale per il Patrimonio Culturale Friuli Venezia Giulia.

Quello che mostra questa interessante Guida è un patrimonio aperto a tutti i cittadini: i più importanti parchi e giardini storici pubblici del Friuli Venezia Giulia.  Sono luoghi descritti con occhi attenti alle particolarità storiche e botaniche. Il libro fornisce con immediatezza informazioni utili, curiosità e suggestioni:  i siti sono presentati con un ricco corredo fotografico e per temi.

Arte e natura rendono suggestivi i cinquanta parchi e giardini storici del Friuli Venezia Giulia descritti in questa Guida.

Luoghi aperti a tutti, sono un patrimonio prezioso e talvolta poco conosciuto che qui si svela. Riaffiorano storie affascinanti, nobili intendimenti, progetti visionari e profili di uomini e donne accomunati dall’aspirazione alla bellezza.  Con suggerimenti su alcuni itinerari ciclabili per raggiungere i parchi e i giardini, il volume è un invito alla scoperta di queste ‘oasi verdi’, in città e in campagna, e a una visita ‘lenta’, intelligente ed ecologica.

Il volume, come spiegheranno i curatori, raccoglie i risultati di un progetto dedicato allo studio del verde storico realizzato dal Servizio catalogazione, formazione e ricerca dell’ERPaC. Un patrimonio di bellezza davvero significativo che deve essere messo in rete e valorizzato sotto il profilo turistico e che è stato salvaguardato nel tempo. Si tratta di beni di interesse della collettività che rappresentano una risorsa non soltanto culturale, ma anche economica per l’area circostante, così come per l’intera comunità regionale.

Chi ne fosse interessato per motivi di studio o lavoro o semplicemente culturali, potrà richiedere copia della pubblicazione alla ‘Forum editrice’  (<ufficiostampa@forumeditrice.it>).

L’incontro è aperto a tutti.

 http://www.ipac.regione.fvg.it/aspx/News.aspx?idAmb=107&idsttem=&idCon=2196